LAMEZIA COMICS AND CO. VII EDIZIONE – 2015

Batman Crime Solver

Dopo aver accumulato sulle proprie spalle sei anni di duro lavoro e tanta esperienza con le precedenti edizioni, l’associazione AttivaMente è tornata con una tre giorni ricca di eventi tra venerdì 11 e domenica 14  settembre 2015 ad invadere il chiostro dell’ex convento di San Domenico sito nel centro di Lamezia Terme, in Calabria. La passione di Angelo Grandinetti,  presidente dell’associazione culturale AttivaMente, è diventata contagiosa e in poco tempo il “Lamezia Comics and Co.” è diventata una realtà sempre più importante non soltanto a livello regionale. Lo dimostra l’evoluzione della manifestazione che ha assunto sempre più i connotati di una vera fiera del fumetto. Mi è stato sufficiente poco per percepirlo, fin dai primi contatti avuti con gli organizzatori. Un team composto da uno staff impeccabile sotto ogni aspetto che ha presentato un ampio ventaglio di proposte per gli avventori di questa ricca manifestazione che quest’anno…

View original post 1.042 altre parole

26 Settembre 2015: Batman Day

Batman Crime Solver

batmandayIl 26 Settembre 2015 si celebra in tutto il mondo il Batman Day!
L’ombra del pipistrello coprirà tutto il mondo in un solo, indimenticabile giorno: a settembre infatti si festeggerà il Batman Day nei principali paesi che pubblicano fumetti DC Comics. Anche in Italia non potevamo farci sfuggire l’occasione di omaggiare il Cavaliere Oscuro, Gotham e la Bat-family con varie iniziative editoriali.
Innanzitutto in questa data potrete trovare in tutte le fumetterie che aderiscono all’iniziativa l’albo promozionale speciale stampato per celebrare il personaggio di Batman: il fumetto conterrà l’inedita storia CONVERGENCE: BATMAN E ROBIN.
BATMAN DAY SPECIAL
CONVERGENCE: BATMAN E ROBIN
di Ron Marz, Denys Cowan, Klaus Janson
(Contiene Convergence: Batman and Robin 1-2)
16,8×25,6, S, 48 pp, col.
Questo albo speciale di Batman è ambientato in epoca pre-Flashpoint e vede Batman alle prese con un’ardua missione: impedire che Damian Wayne e Jason Todd regolino una volta e per tutte…

View original post 332 altre parole

Google Email Privacy e la vita reale non è meglio

Tag

, , , , ,

Google Email Privacy, internet è il posto sbagliato e la vita reale non è meglio

La notizia corre, come al solito più di un fulmine, quando ci si sente toccati nella privacy.

La notizia è questa: “Google fa arrestare un pedofilo” (dalle nostre parti Repubblica.it riporta questo articolo). Ebbene si, ha aiutato le autorità perchè nella sua Gmail erano state ritrovate immagini pedopornografiche, il tizio in questione è il 41enne John Henry Sillkern (nessuna privacy in questo caso, la notizia è pubblica).

Adesso le considerazioni possono essere di vario avviso, la mia è sicuramente questa:

Privacy in internet? avete sbagliato posto.

Non che nella vita reale di privacy ne avete, provate solo a pensare quando pagate con la carta di credito, bancomat, movimentate in banca, fate un mutuo o acquistate a rate, le telecamere dovunque, la gente che vede e che guarda e sopratutto che parla come se vi conoscesse da sempre, la targa della vostra auto, le celle che agganciate con il vostro telefonino (ditemi che non lo avete vi prego!), le tessere sconto del supermercato, l’abbonamento dell’autobus, tutti i dati che rilasciate e le carte che firmate pur di avere uno sconto di 10€ sull’acquisto di un qualsiasi bene e chi ne ha più ne metta.

Si aggredisce Google (non che non ce ne sarebbe eh!) perchè ha collaborato con le autorità? Ma la curiostià nasce, le avete mai lette le condizioni e i termini di “Google Email Privacy”? CERTAMENTE, ho spuntato la checkbox e ho fatto avanti-avanti-avanti e toh! ho guadagnato la posta elettronica, un drive dove posso metterci quello che voglio, la conservazione delle mie immagini a gratis, posso creare tutti i documenti, fogli elettronici, disegni e slide senza nemmeno occupare un byte del MIO spazio, posso creare anche un blog gratuitamente e anche un sito! sempre gratis, è MIO! E dimenticavo, posso anche prendere le note, utilizzare un calendario, le mappe, e nelle mappe c’è anche il navigatore, poi ho i contatti che si sincronizzano con il mio dispositivo, ho il traduttore, eh si, Google mi mette a disposizione anche Chrome, un browser, vabbè che nemmeno gli altri si pagano, ma è veloce, multipiattaforma, sincronizza gli account così non devo impazzire.

Non sono io a dovervi dire che non c’è nulla per nulla, ma ancora una volta SIETE SICURI di aver letto i termini? Gli darei un’occhiata di nuovo, sono quì: http://www.google.it/intl/it/policies/

Passiamo al lato B del disco, se la Google Email Privacy non vi piace.

Volete nascondervi? avete qualcosa da nascondere? Un piccola lista da seguire e da tenere a mente, sicuramente dimentico qualche cosa, ma è un buon inizio:

  • Procuratevi BitCoin, come vi pare. Come dite? in modo anonimo? allora la strada è in salita
    • Createvi prima un portafoglio e acquistate dei BTC normalmente
    • Utilizzate TOR e connettetevi a qualche IRC per scambiarvi i BTC (e ricordatevi di cambiare identità in TOR ogni volta)
    • Per rendere la cosa più difficile, utilizzate qualche “disposable email” per crearvi altri portafogli e distribuite i BTC tra quelli
    • Continuate a scambiarli e poi fateli confluire in un unico wallet, più li scambiate più il bitchain è difficile da inseguire, fatelo nel tempo
  • Sistema operativo: OpenBSD, Bestcrypt e memoria crittografata. Quando il tutto vi funziona, lo rendete autopartente, ricordatevi di aggiungere Wipe RAM at Shutdown
  • Il grosso è quasi fatto, acquistate un servizio di VPN con i BTC: https://www.privateinternetaccess.com/pages/buy-vpn/ sebbene non tengano traccia di niente devono comunque sottostare al DMCA Policy ACT
  • Se ci riuscite, acquistate anche qualche altro, sempre con i BTC, una lista che accetta i bitcoin è qui: https://vpnreviewer.com/vpn-bitcoin
  • Utilizzate sempre i DNS anonimi, in genere vengono forniti con il servizio VPN
  • Adesso riarmeggiate con il SO includendo MAC spoofing e tutte le amenità che vi servono e rendete le VPN attive (si, meglio due e con connessioni random, una nell’altra!) e rifatevi il disco di boot.
  • PS: chiaramente a meno che non abbiate BTC a sufficienza, vi tocca ricomprarne per pagarvi le VPN 🙂

Se a questo punto vi sentite contenti di navigare nel NULLA, si, nel nulla, è improbabile che non dobbiate fare un login lasciando tracce in giro, siete a posto.

Non mi schiero da nessuna parte, ma credo che la privacy  oggi è una chimera.

Twitter all’arrembaggio di WhatsApp

Tag

, , , ,

Twitter intensifica la sua concorrenza contro WhatsApp e l’azienda intende lavorare proponendo una applicazione di chat (magari così facendo si elimina anche un certo rumore di troppo).
Twitter quindi, non vuole farsi sfuggire l’opportunità di accaparrarsi una parte del bacino di utenza di WhatsApp che oggi conta oltre 500 milioni di utenti e acquisita da Facebook a Febbraio per 19 Miliardi di dollari.

La notizia completa è sul The Guardian: http://www.theguardian.com/technology/2014/jul/21/twitter-whatsapp-direct-message-chat-upgrade

Twitter e whatsapp

Google registra domini e offre servizi

Tag

, , ,

Google ha annunciato il suo prossimo servizio di registrazione domini.

Wix, Weebly, Shopify and Squarespace sono partner di questo nuovo progetto. Google punta a prendere una buona fetta del 55% delle piccole realtà di business che ancora non hanno un sito web.

Attualmente solo in beta e su invito. Seguiamo gli sviluppi.

Domain register Google